Bollicine di montagna

     

Il Trentino è DOC

Trentodoc è l’espressione diretta della terra che lo produce, il Trentino. Un territorio piccolo, ma che al suo interno custodisce una grande varietà climatica, che spazia dal Garda, il primo segno tangibile del mondo mediterraneo per chi arriva dalla Germania, alle Dolomiti, uno straordinario monumento naturale iscritto a giugno 2009 nel Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

Il clima è DOC

In Trentino si riproduce l’escursione termica tipica dell’ambiente di montagna, necessaria alla produzione di uno spumante metodo classico d’eccellenza. In queste particolari condizioni, agevolate anche dalla natura del terreno, maturano le uve di Chardonnay e di Pinot nero, le più adatte alla produzione di spumante Trentodoc.

Il terreno è DOC

La variabilità dei terreni è un dono per Trentodoc. Il Trentino presenta una variabilità geologica straordinaria che va da terreni calcarei a porfirici a vulcanici, con una tale macrodiversità di suoli da regalare caratteri diversi al Trentodoc, permettendo a ogni produttore di esprimere al meglio le potenzialità delle singole aree.

La perfezione del Trentodoc

La nostra storia

La storia di Trentodoc inizia con Giulio Ferrari, un curioso e giovane enologo dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige che sarebbe poi diventato un simbolo per il mondo delle bollicine a livello internazionale.
   

Le cantine