Trentodoc premia le “Tre Forchette” 2018 del Gambero Rosso

< Torna alla lista
25 Ottobre, 2017 Trentodoc, impegnato con le sue 48 case spumantistiche nella diffusione della qualità produttiva made in Italy d’eccellenza, ha rinnovato il sostegno al mondo della ristorazione di qualità durante la presentazione della Guida Ristoranti d’Italia 2018 e accompagnando la manifestazione in tutti i momenti istituzionali, compresa la cena “In punta di Forchetta”.

L’appuntamento si è tenuto lunedì 23 ottobre presso lo Sheraton Roma Hotel. Per l’occasione sono stati chiamati a raccolta i più importanti rappresentanti della ristorazione d’autore italiana. Trentodoc ha premiato i ristoranti “Tre Forchette”, massimo riconoscimento attribuito dalla guida per i migliori chef, che quest’anno ha visto trionfare Niko Romito, chef di Reale a Castel di Sangro, con la votazione di 96/100.


I ristoranti premiati con le Tre Forchette sono: La Madia di Licata (AG), Berton di Milano, Taverna Estia di Brusciano (NA), Duomo di Ragusa, Madonnina del Pescatore di Senigallia (AN), Ilario Vinciguerra Restaurant di Gallarate (VA), Casa Vissani di Baschi (TR), Le Colline Ciociare di Acuto (FR), Il Pagliaccio di Roma, Atman a Villa Rospigliosi di Lamporecchio (PT), Enrico Bartolini Mudec Restaurant di Milano, D’O di Cornaredo (MI), Pascucci al Porticciolo di Fiumicino (RM), S’Apposentu di Casa Puddu di Siddi (VS), Agli Amici dal 1887 di Udine, Imàgo dell’Hotel Hassler di Roma, Miramonti l’Altro di Concesio (BS), Da Caino di Montemerano (GR), Quattro Passi di Massa Lubrense (NA), Romano di Viareggio (LU), Reale di Castel di Sangro (AQ), Osteria Francescana di Modena, La Pergola dell’Hotel Rome Cavalieri di Roma, Piazza Duomo di Alba (CN), Villa Crespi di Orto San Giulio (NO), Le Calandre di Rubano (PD), Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui Due Golfi (NA), Torre del Saracino di Vico Equense (NA), Uliassi di Senigallia (AN), Enoteca Pinchiorri di Firenze, St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano (BZ), Laite di Sappada (BL), Seta del Mandarin Oriental di Milano, La Trota di Rivodutri (RI), La Siriola dell’Hotel Ciasa Salares di San Cassiano (BZ), Lorenzo di Forte dei Marmi (LU), Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (MN), Da Vittorio di Brusaporto (BG).